“Fedi in gioco”, al cinema ‘S. Amanzio’ di Travedona tre appuntamenti per riflettere sul senso del credere

pubblicato in: Bacheca, Ultime da I care | 0

volantino-a4-OK

domenica 08 ottobre 2017 – ore: 21.00 – MY AUSTRALIA

In collaborazione con ACEC e RELIGION FOR PEACE e I CARE, il ciclo “FEDI IN GIOCO” promuove il dialogo religioso con il cinema. In MY AUSTRALIA (di Ami Drozd, Israele, 96`) siamo in Polonia, 1960. Il piccolo Tadek e suo fratello, cresciuti come cattolici, fanno parte di una banda antisemita. Quando vengono arrestati, la madre, sopravvissuta all`Olocausto, non ha altra scelta che rivelare al maggiore che in realtà sono ebrei. Dicendo a Tadek che sono diretti in Australia, la terra delle sue fantasie, la famiglia si imbarca per Israele. Un dramma tenero e divertente basato su esperienze personali del regista.

domenica 22 ottobre 2017 – ore: 21.00 – SLOR e MARIAM

Due cortometraggi: SLOR di Charlotte Schioler, Francia,Danimarca – 2014 corto, 17min e MARIAM di Faiza Ambah, EAU,Francia,Arabia,USA,Qatar 2015 45 min

SLOR rivelazioni, pluripremiato, spiazzante cortometraggio su quello che ci attende quando ci mettiamo letteralmente nei panni dell`altro. Nella francia del XXI secolo le sfide inedite della convivenza in un mondo profondamente trasformato dai fenomeni migratori sullo sfondo delle tensioni tra le forze opposte della secolarizzazione e del ritorno al sacro. Sono le stesse coordinate entro cui prende forma la ribellione di MARIAM, adolescente di origine araba che a scuola non vuole togliere il velo come impone la legge francese.

domenica 12 novembre 2017 – ore: 21.00 – AGNUS DEI

In AGNUS DEI (di Anne Fontaine. Con Lou de Laâge, Agata Buzek, Agata Kulesza, Vincent Macaigne, Joanna Kulig. Drammatico, durata 115 min. – Francia, Polonia 2016) Mathilde Beaulieu è una giovane dottoressa francese della Croce Rossa in Polonia nel 1945. Quando una suora polacca, cerca il suo aiuto, Mathilde la segue nel convento di benedettine, dove scopre che molte di loro, violentate dai soldati russi nel corso di una violenta irruzione, sono rimaste incinte e sono sul punto di partorire. Tenuta al segreto professionale, cui si aggiunge quello imposto dalla madre superiora e dalla situazione, Mathilde fa visita al convento di notte, esponendosi a non pochi rischi, e supera gradualmente la paura e la diffidenza delle monache, arrivando a stabilire con una di loro, Suor Maria, uno scambio profondo.

Ingresso 3€ a tutte le proiezioni

Lascia una risposta